Investimenti sicuri e redditizzi

Nel periodo in cui stiamo vivendo, ovvero un periodo di incertezza e crisi, periodo che ormai va avanti da diversi anni, ci rende sempre più complicato e difficile individuare quali possano essere degli investimenti sicuri. Ovviamente bisogna anche prendere in considerazione il fatto che gli investimenti che possono essere definiti sicuri, sono solitamente caratterizzati da una redditività non eccezionale. Quindi le fonti di investimento sono complesse da individuare, almeno quelle più interessanti.

Sommario

I Buoni Fruttiferi Postali

Ovviamente non possiamo non prendere in considerazione, mentre stiamo parlando di investimenti sicuri, di un prodotto finanziario che dal punto di vista storico è sicuramente uno dei maggiori prodotti di successo: ovvero i Buoni Fruttiferi Postali. Tra i vari servizi che sono stati offerti dalle Poste Italiane si trovano proprio questi Buoni Fruttiferi, che vengono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti.

Occorre però considerare anche il fatto che nell’arco degli ultimi tempi, rispetto al passato, i Buoni Fruttiferi Postali si sono parecchio assottigliati e la loro redditività è diminuita in maniera progressiva. I Buoni Fruttiferi Postali sono sicuramente un’alternativa al conto corrente, per il fatto che garantiscono una cifra di rendimento, ovviamente limitata, ma anche molto interessante per chi vuole fare un deposito per i propri risparmi.

I Buoni Fruttiferi Postali sono un investimento sicuro in quanto i rischi di incappare in un fallimento sono molto remoti. Questi Buoni hanno dei costi gestionali molto bassi e con una tassazione agevolata rispetto ad altre possibilità di investimento. Inoltre i Buoni Fruttiferi Postali ci danno la possibilità di richiedere il rimborso in un momento qualsiasi, quindi il nostro capitale è sempre a nostra disposizione.

Ci sono al momento attuale tre tipi di Buoni Fruttiferi Postali presso i nostri uffici postali, ovvero i Buoni Fruttiferi Postali ordinari, quelli per i minori e i Buoni Fruttiferi Postali 3 anni Plus.
Tra gli altri tipi di prodotti storici che ci vengono offerti dalle Poste Italiane possiamo trovare anche il famosissimo Libretto di Risparmio Postale. Un mezzo sicuramente ottimo per coloro che vogliono investire risparmiando.

Il Libretto di Risparmio Postale ci offre la possibilità di avere da parte dello Stato delle garanzie che sono le stesse che abbiamo visto per quanto riguarda i Buoni Fruttiferi Postali. I costi di gestione del Libretto Postale sono quasi nulli, a parte per le eccezioni delle imposte, e sono a disposizione su tutto il nostro territorio proprio presso gli uffici postali, molto numerosi.

Questa è una scelta che ci offre dei livelli di sicurezza davvero molto interessanti e ottimali, con tassi di interesse molto bassi. I vari libretti di risparmio a nostra disposizione sono i seguenti:

  • Libretto Postale Ordinario
  • Libretto Postale Smart
  • Libretto postale cointestato
  • Libretto Postale per minori
  • Libretto al Portatore
  • Libretto Giudiziario

Per quanto riguarda il Libretto Postale Ordinario questo è il tipo di libretto tra i più diffusi e ci dà la possibilità di farci accreditare la pensione direttamente sul Libretto.
Il Libretto Postale Smart ci offre delle implementazioni per quanto riguarda i servizi dell’internet banking, dandoci anche la possibilità di gestire i nostri risparmi accedendo semplicemente al sito della Posta o anche attraverso il nostro smartphone.

Il Libretto Postale per i Minori è riservato a quella fascia di clienti delle Poste Italiane che vogliono aprire un conto di risparmio per i figli e quindi mettere da parte una specie di piccolo tesoro. Il nominativo del Libretto sarà quello del minore che sarà beneficiario del conto.

Il Libretto al Portatore è un libretto di risparmio che prevede una giacenza massima di 1000 euro e può essere usato da qualsiasi tipo di persona capace dal punto di vista legale. Per effettuare un prelievo o un versamento dobbiamo recarci in un ufficio postale con un documento di identità in corso di validità.

A conclusione, il Libretto giudiziario è uno strumento che è messo a disposizione degli uffici giudiziari come ad esempio Tribunali, Corti d’Appello e Ufficiali di Conciliazione ed è stato pensato per fare in modo di raccogliere dei fondi che derivano da pagamenti di pene a carattere pecuniario oppure multe, spese di provvedimenti giudiziari, siano esse civili, penali o amministrative.

Le Obbligazioni Statali

obbligazioni stataliNella nostra analisi circa gli investimenti più sicuri troviamo anche le obbligazioni statali, che sono garantite dallo stesso Stato italiano e che hanno una capacità praticamente nulla di rischiare il fallimento.
Le obbligazioni dello Stato sono dei titoli che vengono emessi dal Ministero dell’Economia, sono vincolati in un arco di tempo e ci garantiscono dei rendimenti che sono stati precedentemente stabiliti.

Le obbligazioni statali sono i BOT, i BTP, i CCT e i CTZ. Rispettivamente i BOT hanno una durata massima annuale, i BTP superano la durata annuale, i CTZ toccano la durata di due anni, mentre i CCT quella addirittura di sette anni.
I BOT hanno una particolarità per quanto riguarda il prezzo, infatti il loro prezzo è sotto la pari al momento in cui viene acquistato, a questo punto lo spread tra acquisto e valore nominale è un vero e proprio guadagno per chi compra.

I BTP invece come particolarità hanno la previsione di un tasso di interesse che permette di determinare la percentuale del rendimento.
I CCT hanno la caratteristica di avere un’interdipendenza con il valore dei BOT e un tasso di interesse variabile. Per quanto riguarda l’investimento il prezzo minimo è fissato a mille euro.
I CTZ sono molto simili ai CCT ma hanno una scadenza a due anni.

Le Obbligazioni Societarie

obbligazioni societarieAnche le società private possono emettere dei titoli obbligazionari, questa è una possibilità di finanziamento che anziché basarsi sull’emissione di titoli di azioni, preferisce basarsi sull’emettere titoli di debito. In base ai casi le obbligazioni societarie possono essere a tasso fisso oppure variabile, e anche la durata può essere breve, media o lunga. Nel nostro Paese possiamo acquistare obbligazioni societarie sia di società italiane sia di società estere.

Come facciamo a considerare di prendere in mano delle obbligazioni societarie senza conoscerne i rischi? Per fare in modo da rendere al minimo i rischi possiamo fare riferimento a società affermate e che quindi possono avere una certa validità sul mercato azionario. Questa si può considerare una buona scelta, in quanto più affermata è la società meno rischi si corrono.

Anche le multinazionali possono essere prese in considerazione in quanto difficilmente possono fallire o rischiare di crollare da un momento all’altro, quindi è scongiurato il fallimento a breve o medio termine e possiamo investire con tutta tranquillità, a meno che non vi siano già segnali imminenti di crak.

Il mercato azionario

mercato azionarioPer quanto riguarda il mercato telematico azionario possiamo dire che investire nelle azioni è sicuramente una buona strategia in un periodo lungo e può offrirci degli investimenti sicuri anche puntando su una buona redditività. Ovviamente dobbiamo riuscire anche a individuare quali possono essere le azioni nelle quali investire e abbiamo bisogna di avere un po’ di praticità in questo.

Come regola principale possiamo dire che è bene diversificare gli investimenti, questo si adatta anche alla linea generale che viene usata in un gruppo di prodotti per quanto riguarda gli investimenti.
Buone prospettive di guadagno ci possono venire dall‘investimento in azioni bancarie oppure in un settore che può essere di tipo tecnologico, in un arco di tempo che va da 10 a 20 anni.

Possiamo considerare anche il settore delle azioni sul campo che punta sulle energie alternative e questo può essere un investimento sicuro e sensato visto lo sviluppo negli ultimi dieci anni delle energie alternative, come l’energia eolica e solare.

Interessante anche dare un occhio alla Cina e all’Asia in generale, in quanto i Paesi asiatici sono Paesi emergenti che ci offrono dei margini notevoli di redditività, e quindi sicuramente con ottimi investimenti.

I beni rifugio

beni rifugioI beni rifugio sono degli investimenti che hanno la caratteristica di avere una certa sicurezza e un’ottima redditività con una scadenza alquanto lunga. L’inflazione viene sofferta poco da questo tipo di investimenti e hanno inoltre anche la capacità di acquistare un certo valore nell’arco di un certo tempo. Possiamo fare anche una certa classificazione per quanto riguarda i beni rifugio:

  • metalli preziosi
  • pietre preziose
  • immobili
  • opere d’arte
  • oggetti da collezionismo o storici

Per quanto riguarda i metalli preziosi fare un investimento su questi vorrebbe dire dover investire su oro, argento, platino, palladio ecc… che ovviamente sono materiali che trasmettono un certo senso di ricchezza fin dagli albori dell’umanità e non a caso le antiche civiltà ne facevano un ampio uso. Per quanto riguarda l’oro possiamo dire che questo è un asset che non conosce tramonto ed è il bene rifugio più eccellente per gli investimenti.

Per fare un investimento per quanto riguarda i metalli preziosi sicuramente questo può essere fatto tramite l’acquisto di lingotti oppure monete, ma anche investendo nelle azioni societarie legate proprio ai metalli preziosi, società come Stroili Oro sono un esempio più evidente.

I metalli più usati come oro, argento, bronzo e successivamente palladio e platino, hanno delle loro quotazioni come dei beni di investimento sul mercato azionario, ma anche in quanto materie prime. Ad esempio per quanto riguarda l’oro le quotazioni vengono decise giorno per giorno dalla commissione che decide il prezzo di vendita di tale materia facendo un rapido incrocio dei dati delle domande e delle offerte emesse dai maggiori istituti bancari mondiali

Per quanto riguarda invece le pietre preziose possiamo dire che un investimento in diamanti ci può sembrare abbastanza sicuro e anche generalmente redditizio, però non è un investimento che tutti possono fare in quanto occorre avere un certo tipo di competenza. Ovviamente le diverse qualità delle pietre possono essere un dato che non interessa a molti e se per uno possono essere interesse per un altro può essere niente affatto apprezzabili.

Incentrandoci sui diamanti possiamo dire che una delle sue caratteristiche può interessanti e importanti, sotto un certo punto di vista dell’investimento, è che questo non vengono tassati, ma occorre anche dire che non c’è una quotazione regolamentata per quanto li riguarda, come avviene per esempio con i metalli nobili.

Possiamo considerare gli investimenti in diamanti degli investimenti più rischiosi rispetto a degli investimenti fatti sui metalli preziosi, anche se i diamanti rientrano anche loro tra i beni di rifugio. Ovviamente il problema è anche a carattere materiale, in quanto c’è il problema di dove conservare le pietre, anche se le banche offrono delle cassette di sicurezza, ma per questo ci sono costi di gestione.

Fare degli investimenti sul mercato immobiliare invece rientra tra le possibilità che ci vengono offerte dagli stessi beni di rifugio. Molte famiglie italiane puntano infatti sul famoso mattone e continuano a puntare e a fare degli investimenti. Ovviamente occorre fare un’analisi molto attenta per quanto riguarda il mercato dell’immobile in quanto occorre tenere conto delle flessioni che sono caratterizzate dalle quotazioni e che coinvolgono l’immobile negli ultimi periodi.

Per fare in modo da non cadere in rischi occorre prendere in considerazione e prestare molta attenzione non soltanto alle caratteristiche che può avere un immobile, ma anche alla zona dove il mercato immobiliare insiste e fa un buon lavoro. Questo atteggiamento potrebbe risultare essere piuttosto banale ma occorre prendere in considerazione anche la geografia della zona in cui si trova questo immobile in quanto risulterà essere soggetto a interessi o meno degli acquirenti.

Se ci sono case o appartamenti siti in zone turistiche oppure nelle grandi località avranno la tendenza al mantenimento del valore sul mercato. Invece per quanto riguarda case o immobili siti in zone periferiche o in zone dove ci possono essere situazioni meteorologiche pericolose il nostro interesse non dovrà ricaderci sopra, ma anzi queste zone non saranno per nulla interessanti.

Sul mercato delle opere d’arte possiamo dire che si tratti di un mezzo dove gli investimenti possono regalare davvero delle soddisfazioni molto interessanti. Occorre ovviamente, anche in questo caso, avere un’ottima competenza per questo mercato. Occorre essere competenti per poter fare in modo da minimizzare i rischi di poter incappare in opere d’arte false oppure rubate. Anche se questi sono dei rischi certi e concreti.

Servirà quindi avere dalla nostra un interesse per questo tipo di mercato e per l’arte in generale, con una buona preparazione per poterci muovere al meglio nelle fiere e nelle gallerie. Non è ovviamente un mercato nel quale tutti possono investire, ma è riservato solamente a certe persone, anche se comunque si tratta di un mercato nel quale anche i più esperti dovranno muoversi cautamente.

Sul mercato del collezionismo invece il discorso è un po’ più tranquillo, in quanto chi negli anni scorsi ha fatto in modo da avere una collezione importante, o comunque a mettere mano su qualcosa di interessante come monete antiche, automobili da collezione, vecchi strumenti musicali ecc… potrà avere un buon riscontro dalla quotazione delle sue collezioni.